Loading...
Ospiti 2017-11-22T07:35:49+00:00

KORYN HAWTHORNE

Finalista a The Voice USA, Koryn è una cantante gospel americana che riesce a dimostrare una maturità artistica ed umana superiore alla sua giovanissima età (classe 1997).
Viene dalla Luoisiana, abita a New Orleans, è cresciuta immersa nella cultura gospel, cantando nel coro della chiesa della sua piccola città dall’età di 9 anni.
Nel 2015, a 17 anni, prende parte alle audizioni dell’ottava edizione di The Voice USA.
Viene scelta sia da Christina Aguilera che da Pharrell Williams, ma la sua carriera nel programma continuerà sotto la guida di quest’ultimo.
Adam Levine, leader dei Maroon 5, parlerà di lei in questi termini: “Mai nella storia di questo programma è stata vista una crescita così drastica e incredibile“.

JERMAINE PAUL

Vincitore di The Voice USA, candidato al Grammy con Alicia Keys, Jermaine Paul ci regala per la terza volta la sua presenza e la sua meravigliosa e potente voce in esclusiva per l’Europa.

Ha lavorato con Mary J Blige, Alicia Keys, Joss Stone, ha girato il mondo con i suoi concerti, ci ha emozionato con la sua I Believe i can fly.

Jermaine affonda le sue radici musicale nel gruppo vocale 1Accord, quando, allora quindicenne, firmò un contratto con l’etichetta discografica del campione NBA Shaquille O’Neal. Dopo la sua vittoria a The Voice, la sua I believe i can fly ha toccato la posizione 83 nella Billboard Hot 100.

Una VOCE che non poteva mancare nel concerto gospel più grande d’Europa.

TOBIAS HUG

Precedentemente beatboxer e basso vocale del famoso gruppo a cappella “The swingle singers”, Tobias Hug è un’esploratore della voce umana, e grazie alla sua soprendente capacità vocale ha girato il mondo negli ultimi 15 anni.

Come basso e percussionista vocale dei Swinge singers ha cantato con loro per 11 anni, registrato 6 album in studio e cantato in più di 700 concerti nei teatri più importanti al mondo (dal Teatro alla Scala al palazzo del Cremlino), con grandi orchestre (dalla filarmonica di Vienna alla Boston Pops) e con grandi artisti (da Zubin Mehta a Jamie Cullum).

Il suo lavoro come arrangiatore vocale è stato inserito nella serie-musical Glee, nel film televisivo di Monty Python e in molti spot della TMobile (Welcome Home, con più di 10 milioni di visualizzazioni su Youtube).

PEDER KARLSSON

Peder Karlsson ha studiato composizione classica, arrangiamento e chitarra alla Royal Academy of Music di Stoccolma, in Svezia, con un master in performance dei gruppi vocali.

E’ stato membro del gruppo a cappella svedese The Real Group tra il 1984 e il 2010, Peder ha eseguito oltre 2000 concerti in tutto il mondo e registrato 16 CD.

Tra il 2011 e il 2014 Peder ha diretto il gruppo vocale XXL Perpetuum Jazzile, in Slovenia. Peder ora è il loro mentore musicale e consigliere. Da gennaio 2015 Peder insegna direzione di coro e musica ritmica alla Royal Academy di Aalborg, Danimarca e da gennaio 2016 ha il titolo di Professore onorario.

Oltre alla sua attività musicale, Peder è anche parte della rete di attivisti End Ecocide Sweden, che collabora con l’avvocato inglese Polly Higgins.
Anche per questo motivo è un nostor grande onore averlo ospite nel nostro concerto EARTH.

VENICE VOCAL JAM

Il Venice Vocal Jam (VVJ) è un gruppo vocale a cappella italiano composto da sette coristi e un leader, tutti provenienti da diverse realtà e formazioni vocali e corali del territorio, in molti casi anche prestigiose e pluriennali.

Nato nel 2010, questo singolare ensemble offre un repertorio vasto, che tocca i generi più diversi: partendo dal comune terreno dato dalla musica gospel, il VVJ si è evoluto artisticamente, sperimentando nuovi territori musicali, che spaziano dal jazz al pop/rock alla musica spirituale, e aprendo la propria visione al lavoro di alcuni tra i gruppi a cappella europei più importanti e longevi, come Swingle Singers, The Real Group o Rajaton, autentiche forze guida nel panorama della musica vocale di oggi.

La ricerca e la sperimentazione di nuovi sentieri musicali, attraverso percorsi di alta formazione specializzata e lo studio attento delle complesse partiture di questi gradi artisti, hanno portato il VVJ a raggiungere oggi un’identità artistica autonoma.

Identità che tiene conto sì dell’esperienza dei grandi, ma che offre anche il vantaggio del nuovo, alternando ai classici del repertorio vocale europeo, brani inediti composti appositamente per il VVJ e brani ri-arrangiati per sole voci a cappella, provenienti dai generi più diversi, con particolare attenzione al vastissimo bacino della musica popolare della nostra terra, sia in lingua italiana che in dialetto Veneto.